Due camionisti denunciati per documenti falsi

Nel Nord-Est la Polizia Locale ha scoperto un autoarticolato che svolgeva trasporti internazionali senza autorizzazione e un autista che guidava ubriaco e con la patente scaduta.

La Polizia Locale di Trento ha istituito un Nucleo Autotrasporto che svolge costantemente controlli su strada ai veicoli industriali. All'inizio di maggio 2019 una pattuglia ha fermato un autoarticolato straniero e durante il controllo gli agenti hanno scoperto che l'autorizzazione Cemt era falsa. Quindi, il conducente è stato denunciato per uso di atto falso e ha ricevuto un verbale di 4130 euro per autotrasporto abusivo. Sempre nel Nord-Est, nel pomeriggio del 10 giugno un autoarticolato ha causato un incidente con un'autovettura in una strada di Arzignano. Dopo avere discusso con il conducente della vettura, il camionista è risalito in cabina e si è allontanato. L'automobilista lo ha quindi seguito dopo avere chiamato la Polizia Locale e una pattuglia ha trovato l'articolato mentre stava facendo rifornimento in una stazione di servizio. Durante i controlli, gli agenti hanno sottoposto l'autista all'etilometro, che ha mostrato una valore di 2,5 grammi per litro. Durante il controllo sulla patente, gli agenti hanno anche scoperto che era stata ritirata, per guida in stato ebrezza, dalla Polizia Locale di Vicenza. Al termine del controllo, la pattuglia ha denunciato il camionista per la guida con patente scaduta e lo hanno multato per guida in stato di ebbrezza.

(fonte trasportoeuropa.it)

I commenti sono chiusi