Autotrasportatore veneto evade 730mila euro

All'inizio di ottobre 2019, la Guardia di Finanza di Vicenza ha sequestrato beni al titolare di un'azienda di autotrasporto che non ha presentato la dichiarazione dei redditi per due anni.

Durante una verifica fiscale in un'impresa di autotrasporti di Camisano Vicentino (di cui gli inquirenti non hanno fornito il nome, precisando solo che è nata dal fallimento di un'altra società con la stessa attività e riconducibile agli stessi soci) la Guardia di Finanza ha scoperto che il legale rappresentante non ha presentato la denuncia dei redditi dell'impresa per il 2015 e 2017 e non ha versato l'Iva nel 2017. In questi periodi, l'azienda ha comunque svolto la propria attività, ottenendo ricavi di oltre otto milioni di euro. Solo per l'anno 2017, l'evasione fiscale ammonta a oltre 730mila euro. Al termine dell'indagine, la Finanza ha denunciato il legale rappresentante della società e il Gip ha disposto il sequestro di beni per il valore della somma evasa. Tra i beni sequestrati ci sono anche tre autocarri e due semirimorchi.

(fonte trasportoeuropa.it)

I commenti sono chiusi