Antitrust multa finanziamento veicoli dei costruttori

L'Autorità italiana per la concorrenza ha emanato una sanzione complessiva di 678 milioni di euro per un cartello tra diverse Case automobilistiche nelle condizioni di finanziamento dell'acquisto di autoveicoli.

L'Autorità garante della Concorrenza e del mercato ha annunciato il 9 gennaio 2019 una sanzione di 678 milioni di euro nei confronti di venti società finanziarie controllate da Case automobilistiche e di due associazioni di categoria per avere attuato un'intesa restrittiva della concorrenza tra il 2003 e il 2017 nell'ambito delle condizioni di finanziamento per l'acquisto di autoveicoli. L'autorità precisa che l'inchiesta è iniziata con la presentazione di una "domanda di clemenza" (praticamente un'autodenuncia) da parte di Daimler AG e di Mercedes Benz Financial Services Italia, che hanno così ottenuto l'immunità totale in qualità di leniency applicant, evitando di pagare sessanta milioni di euro.
Dovranno invece pagare la multa Banca PSA Italia, Banque PSA Finance, Santander Consumer Bank, BMW Bank, BMW, FCA Bank, FCA Italy, CA Consumer Finance, FCE Bank, Ford Motor Company, General Motor Financial Italia, General Motors Company, RCI Banque, Renault, Toyota Financial Services, Toyota Motor Corporation, Volkswagen Bank, Volkswagen, e le associazioni di categoria Assofin ed Assilea. Da questi nomi emerge che il cartello coinvolge la vendita di autovetture e forse anche di veicoli commerciali leggeri, mentre non dovrebbe interessare quella dei veicoli industriali.

(fonte trasportoeuropa.it)

I commenti sono chiusi